Comment
tipuncgeschtic´s article

Download The 80 Millions Full Movie Italian Dubbed In Torrent

Category: Computers
Submitted by tipuncgeschtic
898 day(s) ago (Server time: 13.09.2018 13:45:07)



Download: 80 Millions






































Gli attivisti di solidarietà preparano una rapina da bravura, tirando fuori 80 mln da un conto della banca sindacale poco prima che venga bloccato dalle autorità comuniste. & quot; In un film d'azione reciti nell'azione. Se è un film drammatico reciti in un dramma & quot; (Jean Claude Van Damme).

Dopo aver visto 80 MILIONI di registi di Waldemar Krzystek sul grande schermo, ho sperimentato qualcosa di non comune quando applicato al cinema polacco: un sorriso di soddisfazione. 80 MILIONI, selezionati per il miglior Oscar per la lingua straniera, si rivelano un traguardo considerevole come dramma ma soprattutto come un film d'azione efficace. 80 MILIONI rispecchiano magnificamente gli standard di ogni film americano con una parte di violenza, sesso ma, soprattutto, azione elettrizzante. Anche se il film racconta una storia di eventi veri che si sono svolti in storico (per la Polonia) nel dicembre del 1981 quando il regime comunista ha annunciato la legge marziale (l'azione è ambientata a Wroclaw e il film è girato lì sul posto), il contenuto del film non richiede che lo spettatore sia molto ben informato sugli eventi storici. Perché?

80 MILIONI, nel suo contesto, è una rappresentazione della Repubblica Popolare di Polonia nei primi anni '80 - le vite grigie di persone oppresse all'interno del regime. Questo contesto storico, tuttavia, viene utilizzato dal regista come un'ingegnosa idea di inquadrare la trama. Tenete presente che non esiste un solo protagonista che faccia di un film una sorta di valutazione dell'eroismo di una persona. Non è né una descrizione documentata del movimento di Solidarnosc e dei suoi ideali. C'è, tuttavia, Lech Walesa sullo sfondo, ma, giustamente, appare in TV - idea piuttosto che carattere concreto. Niente è "eroico" ma piuttosto "umano" ci sono più persone, più semplici membri di Solidarnosc che non hanno paura di opporsi alla crudeltà di chi è al potere. Sotto questo aspetto, Joanna Morena nella sua recensione sul film osserva con piacere che "le persone sono in primo piano". Wladyslaw Frasyniuk (Filip Bobek), Maks (Marcin Bosak), Staszek (Wojciech Solarz) rappresentano quei "fratelli d'armi", instancabili nelle loro lotte. Molto accade nelle loro vite in questi giorni e molto è stato fotografato ... Hanno i loro difetti, certo, ma il loro reciproco obiettivo li rende solidali, uniti. Le loro storie incorporano una vasta gamma di esperienze, dal coraggio alla paura, dalla lealtà al tradimento.

80 MILIONI è, d'altra parte, un bell'esempio di complessità umana cinematicamente personificata. Sembra che i cattivi, anche se non ci piacciono, sono i più 'indimenticabili'. Ci sono cattivi in ​​questo film? Qui vorrei sottolineare il personaggio di Sobczak abilmente e memorabilmente interpretato da Piotr Glowacki. Apparentemente è l'incarnazione del potere comunista ... tuttavia, a lungo andare, accade che è guidato più da motivazioni personali e odiose che da ideali a cui difficilmente crede. Sobczak ci sciocca come personaggio ma, allo stesso tempo tempo, stimola perfettamente gli spettatori a psicanalizzare un uomo che ha "un po 'di potere sulle altre persone". Ciò che le unità nascoste provengono da lui, in effetti, il suo carattere rafforza la dualità della natura umana e il suo carattere è più complesso di quanto alcuni spettatori si aspetterebbero. Considera la scena nel palazzo arcivescovile e il suo volgarismo che funziona come un travestimento di paura interiore. Sparge i fagioli sullo stato del regime comunista del tempo ma, soprattutto, sullo stato del suo io interiore ... Pieno merito per l'attore!

80 MILIONI è, soprattutto, un intrigante ed elettrizzante romanzo poliziesco. L'insieme della grigia Repubblica Popolare di Polonia non costituisce un ostacolo all'esecuzione di un dramma d'azione che assorba in modo eccellente. Il titolo di 80 milioni di zloty polacchi, che appartiene a Solidarnosc, viene prelevato dalla banca (una somma enorme per l'epoca) pochi giorni prima della legge marziale e nascosto nel palazzo dell'arcivescovado. La tensione che tiene uno spettatore su una sedia mentre si calcola ogni piccolo passo è convincente. Allo stesso tempo, l'umorismo può trapelare attraverso le mura della censura grigia. Molte scene, a tale riguardo, rendono il film altamente degno di essere visto.

Riveting di intrattenimento e un nuovo scorcio di un periodo piuttosto deprimente della storia polacca che comunque non mancava di persone creative e coraggiose. La storia efficace della Polonia e un regalo interessante di brivido per il pubblico internazionale. Nei primi anni '80 il movimento Solidarnosc era più forte, creando con forza un'opposizione al governo comunista. Mentre l'attenzione internazionale veniva posta sugli operai, come Lech Wałęsa, che scavalcava le recinzioni per colpire direttamente il sistema fatiscente, era in realtà l'intellighenzia di Breslavia, che probabilmente era il cervello operativo dietro la sfida. Il movimento locale Solidarity è stato diretto da Władysław Frasyniuk (Filip Bobek), che ha contribuito a organizzare un movimento clandestino che aiuta la forza anticomunista basata sul sindacato a sopravvivere alla delegalizzazione e alla persecuzione.

Tornò indietro nel 1980-1981 vediamo gli ultimi momenti che hanno portato al governo di Varsavia influenzato dalla Russia per attuare la legge marziale, che ha provocato catastrofiche ondate di marea politiche in tutto il paese. La maggior parte della società era già troppo combattuta per le lotte della vita quotidiana, come la costante in fila per comprare una pagnotta di pane o carta igienica (una tattica centralizzata impiegata per distrarre la gente dalla lotta). Con lo stato di emergenza in procinto di reprimere i movimenti di opposizione, stava per accadere uno dei periodi più dreari del comunista polacco.

In questo scenario il regista e sceneggiatore Waldemar Krzystek consegna un film di rapina politica, che incorpora storia con un'azione veramente avvincente.La storia è incentrata su quattro figure chiave del sindacato di Wrocław Solidarity, ovvero Frasyniuk, Józef Pinior (Krzysztof Czeczot), Piotr Bednarz (Maciej Makowski) e Stanisław Huskowski (Wojciech Solarz). Con una presentazione dei personaggi molto realistica, che li presenta come semplici individui, che per caso si sentono obbligati a difendere il cittadino comune e iniziare una lotta sistemica, ognuno separatamente un piccolo ingranaggio in un colosso della società (l'unione aveva 10 milioni di membri prima della delegalizzazione). Quando le strutture locali vengono informate da un enigmatico Tadeusz Markuć & quot; Stary & quot; (Mariusz Benoit) che da un giorno all'altro i poteri saranno quelli di reprimere l'opposizione e di istituire uno stato di emergenza nazionale, con una vera e propria intercessione del paese con l'aiuto delle forze russe, rimane la domanda chiave: come funzionerà la solidarietà in questo - stato di guerra? La necessità li costringerà a entrare nel sottosuolo, ma per avere soldi per la carta, macchine da stampa per far avanzare la lotta e fondi operativi generali - il denaro sarà una necessità. Con i fondi dell'Unione, contando a circa 80 milioni di zlototi, depositati nella banca statale, l'opzione più semplice era ritirare il denaro e conservarlo per la custodia. Con i servizi segreti locali, guidati dallo stupido capitano Sobczak (Piotr Głowacki), che seguiva ogni mossa e un tale ritiro destinato a provocare scalpore tra l'élite comunista, questa non era solo una normale operazione bancaria, ma in L'essenza era più di una rapina.

Krzystek evitò consapevolmente di addentare l'intera trama con concetti più ridicoli, invece si avvicinava relativamente al caper originale, che era piuttosto semplice nell'esecuzione e potrebbe non aver mai funzionato non per gli alleati imprevisti di prim'ordine che lavorano a vantaggio di una Polonia libera e democratica. Ciò mantiene la storia in primo piano, portando credibilità e realismo nei procedimenti. Gli esterni grigi e polacchi di un inverno comunista sono giustapposti con gli eroi spensierati, una più ampia storia di speranza attraverso la perseveranza e una sceneggiatura competente, a volte non lucidata. Per quanto riguarda il merito del film, per fortuna ci allontaniamo dalla tendenza tipica, e così irritantemente diffusa, di elogiare pomposamente la lotta, portando invece il nocciolo della questione. Accoppiato con un umorismo gratificante, per lo più incentrato intorno agli imbranati ufficiali dei servizi segreti Czerniak (Sonia Bohosiewicz) e Zubek (Adam Cywka), "80 milioni"; è una caratteristica di bassa intensità gratificante, che si impegna, ma funziona anche come pezzo d'epoca per coloro che non conoscono la realtà della Polonia comunista degli anni '80.

Una parola di riconoscimento separata a Piotr Głowacki che, come Sobczak, offre una prestazione avvincente come il malvagio agente scrupoloso, aiutato da quello che sembra essere il miglior personaggio scritto della storia.

16b5f34455

Episode 1.16 720p torrent
Download Classic Concorso Italiano full movie in italian dubbed in Mp4
Goku Gains Speed download di film interi in hd
Ieru, shizuno movie free download hd
Episode 1.10 online free
2005 Academy Award Nominated Short Films download movies
Download italian movie Bad Bob
Matenro no katame in italian free download
Lions' Pride, Part 2 movie download in mp4
the Gadget's Replacement full movie in italian free download

Tags:

Comments so far

You could also like

Exchange EDB to PST Using EdbMails

Exchange EDB to PST Using EdbMails

Submitted 3 hour(s) ago by FainaDsouza

Exchange EDB to PST Using EdbMails

Exchange EDB to PST Using EdbMails

Submitted 3 hour(s) ago by FainaDsouza

Gift Card Generator Free 2021
Reliable OST to PST Converter

Reliable OST to PST Converter

Submitted 23 hour(s) ago by amarawatt

Count the number of words

Count the number of words

Submitted 1 day(s) ago by chinwoo987